francesca-revelant-docente-marketing-isfav.jpg

 

Intervista a Francesca Revelant, docente di Marketing ISFAV

 

Abbiamo deciso di raccontarci a tutto tondo, coinvolgendo i nostri studenti ma anche i docenti.
Riteniamo che per far meglio comprendere come si articola il Corso Biennale di Fotografia, Grafica e Comunicazione Visiva sia importante portare alla luce i tanti aspetti che lo caratterizzano. A partire dalle materie trattate che, con Francesca Revelant, docente di Marketing ISFAV, arrivano a toccare la delicata ma indispensabile sfera della Comunicazione.

Abbiamo coinvolto Francesca in una breve intervista, anche a lei abbiamo dato la possibilità di raccontarsi liberamente. E Francesca ci ha risposto così.

FRANCESCA REVELANT

La passione per la mia professione è nata all'Università. Ho frequentato un'Università molto innovativa dove ho potuto capire che il lavoro del comunicatore e di chi si occupa di Marketing sarebbe stata anche la mia strada. L’ho capito ascoltando le testimonianze di chi veniva a farci lezione, tutte persone molto influenti nel settore. Ho potuto conoscere a fondo quello che sarei andata a fare lavorando durante gli studi e approfondendo gli aspetti che mi interessavano di più.

La mia prima esperienza professionale è stata fare l’animatrice nei villaggi turistici, l’ho fatto per quattro stagioni, durante l’Università, perché mi sarebbe piaciuto poi occuparmi di Marketing nel settore turistico, cosa che poi non è avvenuta per la crisi che nel frattempo (causa attentati Torri Gemelle) si è fatta sentire parecchio. Fare l’animatrice, anche se sembra banale, mi ha insegnato a stare in mezzo a tanta gente, a conoscere vari tipi di persone e a fare un lavoro senza orari: si lavorava sempre, giorno e notte!

In ogni caso la prima esperienza degna di nota è stata occuparmi degli eventi per BMW Auto Club Italia, lavoravo per un’agenzia il cui principale cliente era BMW ed ho imparato moltissimo.

Attualmente lavoro come free lance per conciliare impegni lavorativi e familiari (ho due figlie) e per spaziare occupandomi di settori diversi. Il mio cliente principale è l’azienda Roncato (link - http://www.roncato.com), della quale sono Responsabile del Marketing e della Comunicazione. Ho scelto la libera professione, dopo tanti anni in azienda, per poter avere la mente libera di spaziare su settori diversi e ciò mi ha dato dei grandi vantaggi, mi sento più aperta, flessibile e stimolata.

Amo il mio lavoro e mi interessa molto quello che faccio, cosa direi fondamentale per portare avanti progetti in modo entusiasmante.

Per quanto riguarda Roncato mi piace molto occuparmi di accessori, credo infatti che per comunicare nel modo adeguato sia fondamentale essere “innamorati” del prodotto su cui si deve lavorare, e prima ancora della categoria merceologica in generale.

Ho fatto più fatica, in passato, ad occuparmi del marketing dell’abbigliamento da golf, non amo quello sport.

I miei hobbies attuali sono le mie figlie, con le quali trascorro il mio tempo libero e il SUP (stand up paddle) che pratico sul lago di Garda, dove vivo. In passato ho praticato altri sport, tra cui la ginnastica ritmica per molti anni e l’arrampicata. D’inverno mi piace andare a sciare.

Il primo contatto con il mondo dell’insegnamento è stato proprio l’anno scorso, quando sono diventata docente di Marketing ISFAV. E’ stata un’esperienza forte, impegnativa, che mi ha dato molto, ho imparato che insegnare non è per niente facile, ci vuole non solo molta preparazione ma anche molto impegno per coinvolgere chi ascolta e non è scontato saper trasmettere passione ed entusiasmo.

Ho avuto una bella classe, di persone educate ed interessate, il che ha sicuramente aiutato.

Insegnare per me vuol dire saper trasmettere con passione dei concetti utili per il futuro e non fini a sé stessi, per superare un esame. Ho cercato, infatti, durante il corso di Marketing di puntare sempre alla concretezza di ciò che spiegavo, per non astrarre gli argomenti ma mettendoli sempre in correlazione con il mondo lavorativo. Il docente è una guida, un faro, rappresenta l’esperienza già vissuta e che deve essere trasmessa nel modo migliore.

Gli studenti ISFAV hanno rappresentato per me un arricchimento, perché provenienti da settori diversi e da ambienti diversi hanno portato ognuno le proprie esperienze e caratteristiche personali diverse a formare una classe molto eterogenea.

Con alcuni ho stretto dei rapporti più “profondi” anche in mezzo alle difficoltà di una materia per loro completamente nuova.

Mi è piaciuto il clima che si è instaurato in aula, in cui ognuno ha potuto esprimersi e raccontare anche sé stesso.

Si tratta di persone creative che hanno dovuto, per quanto riguarda la mia materia, affrontare anche argomenti più “scientifici” e legati a processi ben precisi e definiti.

Di seguito immagini di lavori legati ad alcune recenti campagne Roncato.

.